FINANZIARIA: PRODI IN CDM RICUCE CON 'COSA ROSSA' E CHIEDE GIOCO SQUADRA
FINANZIARIA: PRODI IN CDM RICUCE CON 'COSA ROSSA' E CHIEDE GIOCO SQUADRA
SVOLTA QUANDO PREMIER APRE SU 'SOCIALE' E SINISTRA CEDE SU CAPITAL GAIN

Roma, 29 set. - (Adnkronos) - Dobbiamo continuare a fare gioco di squadra, perche' fino ad ora abbiamo lavorato bene. Ma dobbiamo saper comunicare meglio quanto di buono realizziamo. Durante il Cdm no-stop di ieri per il varo della finanziaria, Romano Prodi avrebbe di nuovo invitato i suoi ministri a serrare i ranghi in vista delle prossime scadenze politiche e dell'approdo della manovra in Parlamento. La maratona notturna e' stata l'occasione per un serrato confronto sulle misure da inserire nella legge di bilancio. Da una parte il Professore e il titolare di via XX settebre Tommaso Padoa-Schioppa, attenti ad allargare i cordoni della borsa solo nei limiti delle risorse disponibili, dall'altro, i ministri a chiedere piu' fondi per i propri dicasteri.

Secondo quanto riferito da vari partecipanti, c'e' stato un animato dibattito tra Antonio Di Pietro e Alessandro Bianchi sui fondi per la Salerno-Reggio Calabria. Il ministro dei Trasporti, spiegano dal suo entourage, avrebbe chiesto e ottenuto un 100 milioni di euro per far fronte all'emergenza e ai problemi di mobilita' che si verificherannno con l'inizio da parte dell'Anas dei lavori sugli ultimi 17 chilometri della Salerno-Reggio Calabria. Bianchi, infatti, ha messo a punto un pacchetto di interventi rivolti in particolare ai pendolari e agli autotrasportatori, visto che dalla Sicilia ella Calabria ogni giorno transitano circa tremila tir. Ma i maldipancia non finiscono qui. Il leader dell'Italia dei valori, riferiscono le stesse fonti, avrebbe puntato i piedi anche con il collega Pierluigi Bersani, ma stavolta sul nodo della Tav.

Sul fronte politico, a quanto apprende l'ADNKRONOS, lo strappo con la 'Cosa rossa' sarebbe stato ricucito nella prima parte della riunione. Raccontano, infatti, che la svolta sarebbe arrivata in apertura della discussione, quando Prodi ha precisato che gli sgravi fiscali per le imprese sarebbero stati a costo zero, senza nessun aggravio per le casse dello Stato. (segue)

(Vam/Pn/Adnkronos)