FINANZIARIA: PRODI, MANOVRA DI SVOLTA ANDIAMO AVANTI CON PROGRAMMA/ADNKRONOS
FINANZIARIA: PRODI, MANOVRA DI SVOLTA ANDIAMO AVANTI CON PROGRAMMA/ADNKRONOS
CDM UNANIME, REDISTRIBUITE RISORSE E TAGLI A COSTI POLITICA

Roma, 29 set. - (Adnkronos) - C'e' voluta una seduta fiume del Consiglio dei ministri, ma alla fine il governo da' il via libera alla manovra economica. E' quasi l'alba quando Romano Prodi incassa l'unanimita' su una Finanziaria che fino a ieri era in bilico. Per questo le sue prime parole, nella conferenza stampa di questa mattina a Palazzo Chigi, sottolineano proprio la compattezza dell'esecutivo, che dopo aver sfiorato la rottura ritrova la coesione. ''Sono soddisfatto per lavoro con cui il cdm ha approvato la finanziaria'', e' stata un'approvazione, dice il premier, ''unanime e concorde su tutti i provvedimenti approvati''. Il presidente del Consiglio ringrazia quindi ''tutti i ministri per il lavoro compiuto, i funzionari tecnici e quelli che si sono impegnati per redazione del decreto legge e la finanziaria''.

Prodi illustra la manovra e non nasconde la sua soddisfazione per una finanziaria che mette al centro la famiglia e le fasce piu' deboli, con misure sulla casa a partire dalla riduzione dell'Ici. Una finanziaria che ''allevia il peso fiscale senza introdurre nemmeno una traccia di imposta di alcun tipo''. La redistribuzione prevista e' ''frutto della lotta all'evasione fiscale'' per cui, sottolinea Prodi, si inizia a restituire qualcosa ai cittadini. Un occhio anche al taglio dei costi della politica, con ''un miliardo di euro di risparmio su costi correnti'' a regime. La manovra prevede il taglio del 10% dei rimborsi elettorali e Prodi chiede ai partiti ''comprensione e cooperazione'' quando si esaminera' questa norma in aula. Previste risorse anche per la sicurezza, con ''l'assunzione di 4.000 giovani dal servizio militare''.

Per Prodi e' una manovra ''leggera nei numeri, meno di un terzo dela Finanziaria dell'anno scorso, e corposa nei provvedimenti''. Una finanziaria ''di svolta'' di cui andare ''orgogliosi'' che va nella direzione di ''un collocamento dell'Italia in Europa a testa alta''. Slitta invece il collegato sul Welfare che ''sara' approvato al prossimo Cdm'', ma il premier si dice sorpreso dalle critiche perche' era gia' previsto. E nella conferenza stampa di presentazione della manovra economica c'e' spazio anche a un ringraziamento rivolto al ministro degli Esteri, Massimo D'Alema, per il suo impegno a New York contro la pena di morte. (segue)

(Pol-Leb/Zn/Adnkronos)