LEGGE ELETTORALE: GIORDANO INCALZA, VELTRONI DICE NO AI GHINO DI TACCO
LEGGE ELETTORALE: GIORDANO INCALZA, VELTRONI DICE NO AI GHINO DI TACCO

Roma, 29 set. (Adnkronos) - Franco Giordano incalza con decisione ("facciamo subito il sistema elettorale alla tedesca"), Walter Veltroni chiarisce di non avere "preclusioni n preferenze" ma mette in guardia: "abbiamo bisogno di trovare un mix che garantisca a ognuno di presentarsi con la sua identit assicurando, per, stabilit. Ma dobbiamo evitare il riproporsi, per interessi personali, di un Ghino di Tacco. Il governo non va costruito su decisioni successive al voto in modo che chi si pone al centro si faccia arbitro avendo impedito agli schieramenti di essere maggioranza". Il sindaco di Roma e il segretario di Rifondazione hanno animato un serrato dibattito che ha toccato, tra i vari punti, quello della legge elettorale.

"Piuttosto che un referendum che distruggerebbe la rappresentanza popolare dei partiti proponendo frammentazione, sono disposto ad accettare il sistema tedesco nella sua totalit, con sbarramento al 5%, con chi ci sta in parlamento -ha detto Giordano-. Walter, se voi decidete, possiamo fare in tempi rapidissimi il sistema elettorale alla tedesca".

Veltroni ha subito replicato: "bisogna tenere presente che nel centrodestra c' la posizione di An, contraria al modello tedesco, e ci sono anche le ultime dichiarazioni del maggiore esponente di quello schieramento che ha detto di non essere disposto a fare una nuova legge elettorale non mostrando alcuna disponibilit. Ho gi detto -ha aggiunto il sindaco di Roma- che votare con questa legge sarebbe una sciagura. Io sono per non inventare nuovi modelli, ne abbiamo gi tanti, non ho preclusioni ne preferenze".

(Gmg/Ct/Adnkronos)