RIFORME: ALEMANNO, POSSIBILI QUELLA ELETTORALE E 'PACCHETTO' VIOLANTE
RIFORME: ALEMANNO, POSSIBILI QUELLA ELETTORALE E 'PACCHETTO' VIOLANTE
BIPOLARISMO SI LEGITTIMA CON LAVORO COMUNE SU REGOLE

Orvieto, 29 set. (Adnkronos) - Nuova legge elettorale, riduzione dei costi della politica e alcune riforme costituzionali sul numero dei parlamentari e funzioni delle Camere. Sono queste le priorit da realizzare prima di andare al voto anticipato in vista dell'evidente tramonto della legislatura, secondo l'analisi che svolge il deputato e membro dell'esecutivo di An Gianni Alemanno nel corso del convegno dei Circoli della Nuova Italia in corso nel Palazzo del Capitano, ad Orvieto.

All'appuntamento hanno partecipato personaggi come il ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro, il presidente della commissione Affari costituzionali della Camera Luciano Violante insieme al tesoriere del partito dei Ds Ugo Sposetti. Ne emerso un confronto trasversale su come riformare il sistema politico anche alla luce dei movimenti di 'antipolitica' cui il V Day di Beppe Grillo ha dato clamorosamente voce.

Per Gianni Alemanno possibile lavorare "sulla nuova legge elettorale, sui costi della politica e su parte del lavoro svolto dal presidente Violante in merito alla riduzione dei parlamentari, alla differenziazione dei lavori delle Camere e al rafforzamento dei poteri del premier". Per Alemanno si tratta di svolgere un lavoro in chiave di piena "trasparenza" anche tra schieramenti diversi perch "il bipolarismo si legittima se in grado di svolgere un certo lavoro comune sulle regole". (segue)

(Fan/Gs/Adnkronos)