SICUREZZA: VIOLANTE A PLATEA AN, PROPOSTE DIVERSE MA ANALISI COMUNE (2)
SICUREZZA: VIOLANTE A PLATEA AN, PROPOSTE DIVERSE MA ANALISI COMUNE (2)
'ULTIMO' E' VITTIMA, IGNORARLO FAVORISCE DOMANDA ORDINE AD OGNI COSTO

(Adnkronos) - “Un principio fondamentale della democrazia liberale quello della responsabilit individuale” ha affermato Violante”. Infine, un riferimento alla polemica sui lavavetri: “Un autorevole uomo politico ha parlato degli ‘ultimi’ con riferimento ai lavavetri. Io dico che l’’ultimo’ sempre la vittima. Quando non si capisce che dopo un’aggressione c’ la vittima, si rischia di aprire un processo di domanda di ordine a qualunque costo”.

E tuttavia, anche nel centrodestra necessario “liberarsi di alcuni stereotipi” per cui la deresponsabilizzazione dell’individuo un concetto tipico della sinistra. Basta rileggersi ‘I Masnadieri’ di Schiller: si tratta di un testo romantico” e con la sinistra i protagonisti, fa capire Violante, non c’entrano assolutamente nulla e danno vita a eroi pi vicini ad una sensibilit di ‘destra’”. Liberarsi dagli stereotipi, dunque, per esprimere “una politica del dialogo tra parti avversarie, non nemiche, come parte essenziale della democrazia” l’esortazione del presidente della prima commissione di Montecitorio. Che ha provato anche a scalfire la vulgata del ’68 come “mostro” politico-sociale.

“Quel periodo ha contribuito a demolire l’idea di neutralit del diritto, della psichiatria, dell’insegnamento. Ci ha fatto vedere che alcuni schemi di organizzazione sociale erano oppressivi”. Di questo si pu discutere “nell’ambito di un bipolarismo forse non ‘mite’, ma almeno sobrio” in cui, come sui temi della sicurezza, si possono avere “proposte diverse, ma analisi comuni”.

(Fan/Ct/Adnkronos)