SALUTE: ALLA CAMERA PDL PER ESENZIONE STANCHEZZA CRONICA
SALUTE: ALLA CAMERA PDL PER ESENZIONE STANCHEZZA CRONICA
CREMA (RNP), E' ORA CHE LO STATO SI PRENDA CURA DI QUESTI MALATI

Roma, 30 set. (Adnkronos) - Cefalea, mal di gola ricorrente, dolori muscolari e alle ossa, disturbi del sonno, perdita di memoria, difficolta' di concentrazione, malessere generale. In una parola, stanchezza cronica. Una patologia che colpisce un numero sempre piu' elevato di italiani, calcolato, oggi, in 400mila persone. Nel nostro Paese, tuttavia, la sindrome da stanchezza cronica (Cfs) non ancora riconosciuta e l'Istituto superiore di sanit non l'ha inserita nell'elenco delle malattie rare, ne' esiste, sul versante previdenziale, alcuna protezione per quei lavoratori che ne sono affetti. Al contrario di quanto accade, ad esempio, in Gran Bretagna, dove questa malattia e' riconosciuta dal 2002 e dove, nel 2004, il governo ha stanziato diverse migliaia di sterline per l'apertura di centri di diagnosi e cura.

Negli ultimi anni numerose sono state le sollecitazioni giunte dal Parlamento affinche' la Cfs venisse riconosciuta come malattia invalidante e di conseguenza inserita nell'elenco delle patologie che hanno diritto all'esenzione dal costo delle prestazioni sanitarie. Ora e' arrivata anche una proposta di legge, presentata dal deputato della Rosa nel pugno Giovanni Crema: "di fatto -spiega l'esponente socialista- sono trascorsi inutilmente anni di sofferenze senza che lo Stato si prendesse cura dei malati di sindrome da stancehzza cronica". E il fatto che l'Organizzazione mondiale della sanita' abbia inserito questa patologia nella classificazione internazionale delle malattie e' un motivo in piu', insiste Crema, perche' anche in Italia la Cfs venga trattata, anche sotto il profilo assistenziale e previdenziale, alla stregua di una malattia invalidante.

La Cfs e' ormai sotto i riflettori delle strutture sanitarie in molti Paesi, dagli Stati Uniti al Giappone, dall'Australia all'Europa, dalla Nuova Zelanda al Canada, dalla Russia al Sudafrica, all'Islanda. La causa esatta della sindrome da stanchezza cronica sconosciuta. Si ritiene che alla base vi possa essere una risposta anomala del sistema immunitario ad una infezione o ad una intossicazione chimica o alimentare. Alcuni ricercatori sospettano che sia causata da un virus, tuttavia, nessuna causa virale stata identificata. La Cfs colpisce soprattutto la fascia di eta' compresa fra i 35 e i 40, mentre praticamente assente negli anziani. Rari, dicono le statistiche, i casi riscontrati in et pediatrica.

(Fer/Gs/Adnkronos)