BOLOGNA: COFFERATI, UTILE CHE LA SINISTRA RADICALE TORNI IN GIUNTA
BOLOGNA: COFFERATI, UTILE CHE LA SINISTRA RADICALE TORNI IN GIUNTA
RICANDIDARMI?LO DECIDERO INTORNO AL PROSSIMO 18 GIUGNO

Milano, 30 set. (Adnkronos) - "Non ho nessuna intenzione di cambiare maggioranza. Penso che sia addirittura utile che i partiti della sinistra radicale ritornino in giunta". Cos Sergio Cofferati replica alle polemiche seguite alla sua apertura nei confronti di An. "Ho detto al Partito di rifondazione comunista -ha sottolineato il sindaco di Bologna durante la trasmissione 'Che tempo che fa' condotta da Fabio Fazio su Raitre- che se ci sono degli obiettivi condivisibili il programma che abbiamo votato insieme, altre cose che si possono aggiungere troverei efficace, utile per la citt un loro ritorno in giunta".

Quanto all'intesa con An, il primo cittadino ha precisato: "Credo di aver fatto una cosa di normale buon senso. Penso che il tema della sicurezza sia un tema di tutti i cittadini bolognesi e non soltanto di una parte. Credo che l'azione dell'amministrazione sia la condivisione non solo della sua maggioranza ma anche dell'opposizione, quando si tratta di garanzia di sicurezza alle persone, sia pi efficace. An-spiega Cofferati- mi ha detto che era interessato ad aprire questo confronto e cos abbiamo fatto. Per due mesi nessuno ha sollevato obiezioni adesso c' una parte della mia maggioranza la sinistra radicale che mi dice che non devo parlare con An se no facciamo una crisi di giunta".

Un modo di ragionare,secondo Cofferati, "un p bizzarro''. ''Se le cose che facciamo hanno condivisione ampia meglio per tutti . E poi-aggiunge- per fare una crisi di giunta rifondazione comunista si deve mettere d'accordo con An, presentare una mozione di sfiducia al sindaco e votarla con coloro con i quali non vorrebbe che io parlassi". Quanto alla possibilit di ricandidarsi Cofferati replica: "Credo che dipender dalle forze politiche. La mia disponibilit l'ho data in tempi non sospetti, se confermarla o meno lo decider intorno al 18 giugno prossimo".

(Afe/Opr/Adnkronos)