CHIESA: BONOLIS, MIA ZIA DIVENTERA' BEATA MA IO RESTO LAICO
CHIESA: BONOLIS, MIA ZIA DIVENTERA' BEATA MA IO RESTO LAICO
E CONDANNO LE "AZIENDE RELIGIOSE" CHE DISCRIMINANO I GAY

Roma, 23 nov. (Adnkronos) - Sua zia Adele Bonolis sta per essere dichiarata beata, ma lui, Paolo Bonolis, si professa agnostico e prende le distanze da quelle che chiama aziende religiose. Zia Adele era una donna molto intelligente, una laica che ha dedicato la sua vita ad aiutare altre donne. Cos Paolo Bonolis in una lunga intervista pubblicata sull’ultimo numero del settimanale di attualit e spettacolo diretto da Umberto Brindani Tv Sorrisi e Canzoni, in edicola da luned 26 novembre, ricorda la zia che tra breve verr elevata agli onori degli altari, ma dichiara: Io non sono in grado di dire se Dio esista o no. Non penso di essere il solo, siamo tutti in questa condizione. E se mai esistesse e fosse veramente Dio e amasse nascondersi, sarebbe veramente difficile per me, che non sono Dio, andarlo a cercare in questo gioco a nascondino. E poi non vedo cosa cambi sapere se c’ o se non c’. Tanto la vita sempre la stessa. Mi comporto da persona per bene seguendo le regole laiche naturali della coscienza.

Il conduttore commenta anche il caso di discriminazine che ha coinvolto un ragazzo gay escluso dal coro parrocchiale dopo la partecipazione a Ciao Darwin. Sembra una vicenda alla Peppone e Don Camillo, dice il conduttore a "Sorrisi". Ma la riprova di come la puntata tra etero e gay non fosse pretestuosa. Purtroppo quello dell'omosessualit un problema quantomai presente e questa che a me sembra una gran fregnaccia lo dimostra. Perch chi gay deve essere discriminato? Perch non si fanno gli stessi scrupoli se sei vegetariano, romanista o se ti piace vestirti casual? Molti accusano i gay di essere contro natura per il fatto che non procreano. vero, se sei gay non partecipi al processo procreativo perch non puoi. Ma tu che lo condanni, se sei vestito da prete non partecipi al processo procreativo perch non vuoi. Allora, se bisogna cercare una colpa, chi ne ha di p? Chi non pu o chi non vuole?. (segue)

(Spe/Pe/Adnkronos)