TV: RITRATTO DI GABRIELLA FERRI A 'LA STORIA SIAMO NOI' SU RAIDUE
TV: RITRATTO DI GABRIELLA FERRI A 'LA STORIA SIAMO NOI' SU RAIDUE
LUNEDI' ALLE 23.30

Roma, 15 dic. (Adnkronos) - "Gabriella Ferri una voce, una faccia, un clown", il ritratto di una delle voci pi importanti della musica italiana negli anni Settanta, andr in onda a "La Storia Siamo Noi" luned alle 23.30 su Raidue. Il programma racconta la vita della Ferri attraverso i ricordi dei suoi familiari, il figlio, l’ex marito, la sorella e alcuni dei suoi pi cari amici del mondo dello spettacolodiventata il simbolo del folk romano, morta troppo presto. Seva Borzak jr, figlio di Gabriella Ferri, la descrive come "Una madre molto diversa, che sapeva di esserlo e molto sensibile. Sicuramente una donna che non sposerei".

Per il marito, Seva Borzak, "era un clown di razza"; secondo Pippo Franco " l’espressione della passione e del tormento"; per il regista Antonello Falqui, invece "era una Anna Magnani canora". Per il grande pubblico, la rivelazione del 1973, quando Gabriella Ferri conduce il primo variet televisivo della Rai girato interamente a colori, "Dove sta Zaz". Una trasformista, un’attrice, una mattatrice che canta, recita, conduce e muove da sola lo spettacolo. Il successo si ripete con "Mazzabub", un altro variet che ha fatto epoca.

La strada della Ferri inizia nel cuore di Roma, a Testaccio, dove nasce, e prosegue a Milano, dove va per cercare fortuna insieme all’amica Luisa De Santis, formando il duo de "Le romanine": l’inizio di una carriera all’insegna della musica folk. "Andammo -dice Luisa De Santis- al mercatino dell’ usato di via Sannio e per caso trovammo un disco di un ragazzino che cantava 'La societ dei magnaccioni'. La canzone ci ha incantato forse per la sua bruttezza e abbiamo cominciato a cantarla insieme. Da qui e’ cominciata questa strana avventura". (segue)

(Aru/Ct/Adnkronos)