PORDENONE: DUPLICE OMICIDIO E SUICIDIO, E' QUARTO DELITTO IN FAMIGLIA DA DICEMBRE

Pordenone, 11 gen. (Adnkronos) - Quello consumatosi durante la notte appena trascorsa a Pordenone il quarto caso di omicidio in famiglia, e il terzo che ha poi visto il suicidio dell'assassino, consumatosi in Friuli Venezia Giulia nell'arco di poco pi di un mese. Ad aprire il filo rosso dell'orrore, il 3 dicembre scorso a Tarcento, in provincia di Udine, Michele Peressotti, di 39 anni, un tecnico comunale che ha sparato alla moglie di 35 anni, Delia Fadi, al figlio di 4 anni Lorenzo e infine si a sua volta tolto la vita con una pistola regolarmente detenuta.

Il 15 dicembre, in una frazione del Comune di Tavagnacco, alla periferia di Udine, una donna di 41 anni, Noemi Deslizzi, ha ucciso a coltellate il figlio Alessandro Lodolo di 7 anni e ferito lievemente l'altra figlia di 9 anni, Valentina, che aveva tentato di fermare la furia della madre. Il 28 dicembre scorso ad Attimis, nella Pedemontana udinese, Lino Giacomini, 52 anni, ha sparato alla moglie Avina Scuor. Oggi l'ultimo omicidio-suicidio, consumato alla Casa di accoglienza Madonna Pellegrina, dove Giuliano Modolo, di 73 anni, ha strangolato la moglie Bruna Piovesan, di 68 anni, e il figlio Fabio Modolo, di 39 anni, e poi si impiccato. Movente di tutti e quattro i drammi familiari, la depressione dell'omicida.Nei tre episodi in cui a uccidere sono stati uomini, hanno sempre tolto la vita alle mogli.

(Afv/Ct/Adnkronos)