LIBRI: CRAXI VISTO DAL SUO FOTOGRAFO UMBERTO CICCONI
LIBRI: CRAXI VISTO DAL SUO FOTOGRAFO UMBERTO CICCONI
DA MEMORI 'UMBERTO C. DALLA BORGATA ALL'ARCHIVIO CRAXI'

Roma, 3 feb. - (Adnkronos/Adnkronos Cultura) - Un testimone diretto racconta Bettino Craxi e la sua stagione politica. Ha seguito la parabola del leader scattando le immagini pi rappresentative che hanno segnato la sua militanza ai vertici delle Istituzioni italiane. Al tempo stesso, mette in scena i passaggi fondamentali della sua lunga ed articolata carriera di fotografo e responsabile politico della Prima Repubblica.

Umberto Cicconi, funzionario per qualche anno del Pci fino al 1980, descrive nel saggio “Umberto C. dalla borgata all’archivio di Craxi”, pubblicato dalla casa editrice Memori, scritto insieme a Luciano Consoli la vicenda umana e professionale di Craxi a partire dal 1978.Il volume si presenta come un dialogo serrato tra gli autori in cui viene definito il quadro sociale e politico dell’Italia della fine del secolo scorso. Un dato emerge con molta chiarezza. Cicconi, nato a Roma nel popoloso quartiere di Pietralata, dopo aver cominciato a lavorare come fattorino, diventato il fotoreporter di Bettino Craxi. Per oltre vent’anni, stato uno dei suoi pi stretti collaboratori ed amici. Con la sua macchina fotografica, infatti, ha seguito tutta la sua carriera. Ha immortalato, come un testimone attento e scrupoloso, gli eventi pi significativi della politica estera ed interna di cui Craxi stato il protagonista.Non solo.

Dal 1994, Cicconi il depositario delle carte riservate del leader socialista e del suo prezioso archivio. E’ per questo motivo che vuole sollevare un nuovo interesse sulla sua azione politica. “Bettino – spiega infatti nel libro - riposa nel piccolo cimitero degli stranieri di Hammamet. Lasciamolo riposare in pace l dov’. Ma la sua opera e il suo pensiero non si possono coprire con un metro di terra tunisina”. Tutto il materiale conservato per otto anni, ora a disposizione della Fondazione Allori, rappresenta un patrimonio inestimabile con cui ricostruire la storia italiana recente. (segue)

(Per/Opr/Adnkronos)