ARTE: E' MORTO WOLFGANG LETTL, IL SURREALISTA TEDESCO CHE AMAVA LA PUGLIA
ARTE: E' MORTO WOLFGANG LETTL, IL SURREALISTA TEDESCO CHE AMAVA LA PUGLIA
AVEVA 89 ANNI, AD AUGUSTA REGALO' UN MUSEO CON CENTINAIA DI OPERE

Berlino, 14 feb. - (Adnkronos) - L'artista tedesco Wolfgang Lettl, uno dei grandi pittori della seconda generazione surrealista, e' morto ad Augusta, sua citta' natale, all'eta' di 89 anni. Lettl e' stato anche il fondatore dell'Organizzazione per la promozione dell'arte surrealista, nonche' creatore lui stesso di un museo surrealista ad Augusta, nella cui Accademia di Belle Arti e' stato professore di pittura. Nel 1940, all'eta' di 21 anni, Lettl come militare dell'esercito tedesco presto' servizio a Parigi, dove entro' in contatto con gli ambienti surrealisti e realizzo' i suoi primi lavori, degli acquerelli dedicati a scene di vita della capitale francese. Dopo la seconda guerra mondiale, rientrato ad Augusta da un campo di prigionia norvegese, Lettl si dedico' completamente all'arte, dipingendo paesaggi e ritratti e affinando un originale stile surrealista.

Negli anni cinquanta fece esperimenti surrealisti con murales, graffiti e mosaici. La sua prima grande mostra retrospettiva fu allestita nel 1963 a Monaco di Baviera ed nello stesso periodo divenne membro della Neue Mnchener Knstlergenossenschaft. Per quasi tren'anni, dal 1975, in estate l'artista tedesco si trasferiva in Italia, nella sua casa in Puglia, dipingendo paesaggi marini ispirati dalla spiaggia di Manfredonia. Lo studio della luce del paesaggio pugliese gli ispiro' un nuovo stile: alla vena surreale si uni' un tratto piu' decisamente impressionista. Nel 1992 l'artista dono' ad Augusta il ''Lettl Atrium'', un museo dell'arte surrealista con centinaia di suoi quadri e decine di opere di altri maestri europei.

(Sin-Pam/Col/Adnkronos)