NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE - LA CRONACA (4)
NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE - LA CRONACA (4)

Pescara. Inizieranno domani, secondo un calendario fissato dalla Procura del capoluogo adriatico, gli interrogatori delle dieci persone arrestate nell'ambito dell'inchiesta sulle tangenti della sanit abruzzese. Il presidente Ottaviano Del Turco sar interrogato presso il carcere di Sulmona alle ore 11. Prima di lui, alle 9 presso il carcere di Chieti, il pool dei magistrati interrogher invece Camillo Cesarone, capogruppo del Pd in consiglio regionale. Sempre nella giornata di domani, stavolta presso il carcere di Lanciano (Chieti), previsto l'interrogatorio dell'assessore regionale alle Attivit produttive, Antonio Boschetti. Per venerd sono in calendario altri interrogatori dei personaggi coinvolti nella vicenda. Intanto, nel carcere di Sulmona Del Turco ha trascorso la seconda notte in regime di isolamento. Secondo indiscrezioni trapelate dal carcere, il governatore appare abbastanza sereno. Durante i tre giorni di isolamento Del Turco non pu incontrare nessuno, n i famigliari n i legali, anche se a interrompere il diktat della magistratura sono state ieri le visite dell'ex presidente del Senato Marcello Pera e del deputato Pd Pierluigi Mantini, segretario della commissione Giustizia della Camera. ''Non ho paura di niente, neanche di restare in carcere'', ha confidato Del Turco ai due parlamentari, ai quali ha aggiunto: ''Mi dispiace solo aver dovuto rinunciare all'incontro con Berlusconi. Avremmo dovuto discutere proprio dell'ipotesi di un commissario per la sanita' abruzzese''. Del Turco, infine, a Pera e Mantini ha confidato il cruccio di non poterv vedere dalla sua cella la vetta del Monte Morrone e di non essersi potuto tuffare nella lettura, dal momento che quando lo hanno arrestato non ha potuto scegliere nella sua biblioteca dei libri da portarsi in quanto gli sono stati sequestrati. Il carcere di massima sicurezza di Sulmona sorge poco fuori la citt, una struttura moderna e funzionale che pu ospitare oltre 300 detenuti. Negli anni scorsi, soprattutto nel periodo tra il 2004 e 2006, l'istituto di pena passato alla ribalta delle cronache per una serie di suicidi che si verificavano all'interno. Clamorosi quelli della direttrice del carcere Armida Miserere e del sindaco di Roccaraso, Camillo, Valentini avvenuto alla vigilia di Ferragosto del 2004.(segue)

(Sin/Gs/Adnkronos)