NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA (8)
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA (8)

Anzio (Roma). Muniti di documenti e buste paga falsificati, si sono presentati in una Banca di Anzio (Roma) e hanno chiesto di accendere un conto corrente per far transitare denaro preso in prestito da una societ finanziaria. Gli autori della truffa, Ciro F., Pietro B. e Luigi C., rispettivamente di 50, 45 e 30 anni e tutti originari di Napoli, sono stati arrestati dai Carabinieri, nei pressi dell'Istituto bancario vittima del raggiro.La documentazione presentata dai tre partenopei ha fatto insospettire il direttore della Banca Popolare di Anzio, che ha avvisato il Carabiniere di quartiere in servizio. Con l'aiuto di una pattuglia del Comando stazione, i tre, tutti pregiudicati, sono stati poi bloccati e perquisiti. L'accusa truffa aggravata a danno di istituti di credito e societ finanziarie. Con s, oltre a numerose buste paga attestanti un rapporto di lavoro fittizio e con ditte inesistenti, avevano documenti validi per l’espatrio falsificati e denaro contante. Tutto materiale che, con ogni probabilit, sarebbe loro servito per truffare ancora.L’indagine, attiva gi da qualche tempo, si inquadra in un programma di prevenzione e repressione, che i militari della Compagnia Carabinieri di Anzio sta attuando su tutto il territorio di competenza, per contrastare i reati contro il patrimonio e, in particolar modo, le truffe anche in danno di anziani. (segue)

(Sin/Opr/Adnkronos)