USA: OBAMA SI ISPIRA A GIOACCHINO DA FIORE, IL PAESE DEL MISTICO LO INVITA IN CALABRIA
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


USA: OBAMA SI ISPIRA A GIOACCHINO DA FIORE, IL PAESE DEL MISTICO LO INVITA IN CALABRIA
PRONTA CITTADINANZA ONORARIA, PER IL CANDIDATO AMERICANO L'ABATE MEDIEVALE ''MAESTRO DI CIVILTA'CONTEMPORANEA''

Cosenza, 28 ago. - (Adnkronos) - La Calabria invita Barack Obama a visitare l'abbazia dove sono custodite le reliquie del mistico medievale Gioacchino da Fiore. Il sindaco di San Giovanni in Fiore e il Centro Studi Gioachimiti, a quanto apprende l'ADNKRONOS, hanno contattato, nel giorno della Convention di Denver, le associazioni italo-americane per l'eventuale viaggio del candidato alla Casa Bianca nel piccolo paese silano. Il Comune di San Giovanni in Fiore vuole omaggiare Obama, consegnandogli la cittadinaza onoraria, perche' per ben tre volte, durante la sua campagna elettorale, ha citato Gioacchino da Fiore, l'abate silano fondatore nel XII secolo dell'ordine florense e caro a Dante, che nella Divina Commedia lo definisce 'il calavrese di spirito profetico dotato'.

Nei suoi discorsi il candidato democratico ha fatto riferimento a questa grande figura di religioso e iniziato medievale chiamandolo "maestro della civiltÓ contemporanea" e "ispiratore di un mondo pi¨ giusto". "Conosco questi riferimenti e richiami - dichiara all'ADNKRONOS l'antropologo Aldo Civico, esperto di Relazioni Internazionali e docente alla Columbia University che lavora nello staff del senatore afroamericano - ma non sono io ad avergli fatto conoscere Gioacchino da Fiore o ad avergli ispirato queste citazioni. E' stata una autonoma scoperta culturale da parte di Obama".

''Siamo pronti ad accogliere Obama - dichiara il sindaco Antonio Nicoletti - Ci inorgoglisce che il candidato alla Casa Bianca si sia ispirato a Gioacchino da Fiore. E' un personaggio molto amato e conosciuto da eminenti studiosi europei, soprattutto tedeschi, francesi, e paradossalmente americani. In Italia invece salvo il nostro Centro studi gioachimiti lo e' meno''. (segue)

(Laf/Ct/Adnkronos)