TREVISO: 'PULIZIA ETNICA GAY', CHIESTA ARCHIVIAZIONE PER GENTILINI
TREVISO: 'PULIZIA ETNICA GAY', CHIESTA ARCHIVIAZIONE PER GENTILINI

Treviso, 28 nov. (Adnkrnos) - "Voglio la pulizia etnica dei culattoni". Cos parl, ai microfoni di Rete Veneta nell'agosto del 2007, Giancarlo Gentilini, esponente della Lega Nord e vice sindaco di Treviso. La Procura di Treviso, all'epoca, decise di aprire un fascicolo per istigazione a delinquere, ma il sostituto procuratore Antonio De Lorenzi ha chiesto l'archiviazione del caso.

E cos, mentre si prepara a finire sotto processo a Venezia con l'accusa di istigazione all'odio razziale, a causa del discorso tenuto in laguna alla festa dei popoli padani, lo 'Sceriffo' potrebbe 'scampare' al procedimento di Treviso. Le frasi di Gentilini portarono la comunita gay italiana a chiamarsi a raduno davanti alla sede del Comune, ricorda oggi il ''Corriere del Veneto'', per un 'kiss-in' contro l'omofobia.

Contemporaneamente, il vicesindaco 'sceriffo' si vide recapitare una trentina di querele per diffamazione, sporte da altrettanti gay (i moduli fuorno messi a disposizione su internet, pronti da scaricare e completare con i dati personali).

(Paj/Ct/Adnkronos)