POESIA: INCONTRO CON ALEXANDRA PETROVA, LA POETESSA RUSSA A VICENZA
POESIA: INCONTRO CON ALEXANDRA PETROVA, LA POETESSA RUSSA A VICENZA

Vicenza, 11 apr. - (Adnkronos) - Dire poesia - la manifestazione ideata ed organizzata dal Comune di Vicenza, Assessorato alla Cultura, e da Intesa Sanpaolo, Beni culturali, in collaborazione con il Dipartimento di Studi Europei e Postcoloniali dell'Universit "Ca' Foscari" di Venezia e con l'Officina arte contemporanea di Vicenza - propone, mercoled prossimo, presso le Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, il primo dei suoi qualificatissimi ospiti internazionali. A leggere le proprie composizioni, a raccontare di s e del suo fuoco per la poesia sar infatti Alexandra Petrova, "sulfurea" poetessa russa. Poetessa ma anche autrice di una breve opera teatrale, I pastori di Dolly, molto apprezzata dalla critica. La presenza scenica fortissima, un carisma personale unico fanno di ogni recital della Petrova, che legge le sue poesie rigorosamente in russo, pur conoscendo diverse altre lingue, compreso l'italiano, un evento assolutamente magnetico.

La performance della poetessa di San Pietroburgo trova nelle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, in cui custodita la pi importante raccolta di icone russe presente in Occidente, la cornice ideale dentro cui tessere un affascinante colloquio tra voci e immagini provenienti dalla cultura russa. Ad introdurre Alexandra Petrova sar Marco Fazzini, docente all'Universit di Venezia, traduttore e critico. Fabio Pupillo, al flauto, e Gabriele Dal Santo, al piano, accompagneranno il reading. Come tutte le manifestazioni del ciclo, l'ingresso libero, naturalmente sino ad esaurimento dei posti.

Alexandra Petrova nata nel 1964 a San Pietroburgo, quando ancora la citt si chiamava Leningrado. Si laureata in Lettere presso l'Universit di Tartu. Dopo aver vissuto a Mosca e, tra il 1993 e il 1998, a Gerusalemme, risiede dal 1999 in Italia, a Roma. Si distingue, tra i poeti russi contemporanei appartenenti alla generazione degli anni Sessanta, come una delle voci pi significative. La silloge poetica Linia otryva (Linea di distacco, o Linea di decollo, San Pietroburbo 1994) la sua prima pubblicazione di versi, seguita dal libro di prose e poesie Vid na zitel'stvo (Permesso di soggiorno, o anche Veduta sull'esistenza, Mosca 2000), short list del Premio Andrej Belyj.

(Clt/Ct/Adnkronos)