PSI: E' MORTO VENERIO CATTANI, FU L'UOMO DI NENNI NEGLI ANNI DEL DOPOGUERRA
PSI: E' MORTO VENERIO CATTANI, FU L'UOMO DI NENNI NEGLI ANNI DEL DOPOGUERRA

Roma, 22 mag. (Adnkronos) - Si spento oggi a Roma l’on. Venerio Cattani, figura eminente del mondo politico e della vita istituzionale del nostro Paese. Cattani era nato a Reggio Emilia il 4 settembre del 1927 e negli anni immediatamente successivi al secondo conflitto mondiale dopo essersi laureato in filosofia era diventato segretario nazionale del Movimento Giovanile Socialista. Successivamente, svolgendo un ruolo di primo piano nella vita del Psi a fianco di Pietro Nenni, come dirigente nazionale del partito era stato eletto deputato nell’Emilia Romagna nell’1958,1963,1968.

Ricopr nei governi dell’epoca il ruolo di sottosegretario all’agricoltura, al Commercio Estero, al Tesoro. Fu rappresentante all’Onu nella delegazione del governo italiano all’inizio degli anni settanta. Passato al Consiglio di Stato ne stato Presidente Emerito, ricoprendo tale ruolo fino agli anni novanta.

Personalit molto nota per la sua posizione di socialista autonomista stato direttore del quotidiano socialdemocratico ‘L’Umanit’ e fino agli ultimi giorni di vita apprezzato editorialista del quotidiano ‘L’Avanti’. Uomo di vasta cultura ha pubblicato numerose opere di politica, storia e di narrativa tra le quali si ricordano ‘Rappresaglia’ (che ha avuto il merito di aprire il discorso sulla realt degli episodi del dopo resistenza nel triangolo rosso, in seguito sviluppati da Giampaolo Pansa), una storia su ‘Teodoro, re di Corsica’, e il ‘Signore del Lago’. La sua scomparsa ha colpito particolarmente l’ambiente politico e culturale del socialismo italiano di ogni area e di ogni posizione.

(Rre/Gs/Adnkronos)