DIFESA: LA RUSSA, MINI-NAJA VOLONTARIA PER RISCOPRIRE LE FORZE ARMATE
DIFESA: LA RUSSA, MINI-NAJA VOLONTARIA PER RISCOPRIRE LE FORZE ARMATE
IL MIO PROGETTO PER AVVICINARE I GIOVANI AI MILITARI

Roma, 2 giu. - (Adnkronos) - Una mini-naja volontaria, con l'obiettivo ''di consentire a dei ragazzi, su base volontaria, di avvicinarsi alle Forze armate senza dover diventare soldati di professione''. E' l'idea che il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, in un'intervista a 'Il Messaggero', rilancia in occasione della Festa della Repubblica. ''Ho pensato a un provvedimento che che istituisca degli stages, dei corsi atletico-militari di un mese al cui interno ci siano anche momenti di educazione civica'' spiega La Russa, e aggiunge ''finito il mese i ragazzi potrebbereo essere avviati ad azioni di volontariato all'interno delle Associazioni dell'Arma''. Il costo, sottolinea il ministro, sarebbe ''molto ridotto''. E precisa: ''L'unico costo e' l'equipaggiamento. Roba modesta. Cominceremo con gli alpini, i paracadudisti e i maro' del 'San Marco'''.

E sulla parata ai Fori imperiali ricorda: ''ho risparmiato ma senza ridurre di molto''. ''La festa del 2 giugno deve rimanere anche nei momenti difficili come l'attuale - dichiara il ministro - Allora abbiamo pensato di ridurre la sfilata di 10 minuti ''. ''Poi - aggiunge - siamo stati attenti nella scelta dei soldati da coinvolgere, nel senso di evitare trasferte costose a quelli che sarebbero dovuti venire da troppo lontano. Inoltre abbiamo ridotto i costi, non lievi, delle tribune laterali''.

Il ministro annuncia infine l'idea di aprire le scuole militari a un'aliquota di ragazzi 'civili'. ''La novita' potrebbe essere una scuola 'interforze', magari da creare ex novo, e prevedere in essa cosi' come in altre la frequentazione di ragazzi che non facciano convitto, che vadano a dormire a casa''. Perche', conclude La Russa, ''i militari non sono un corpo separato, sono una realta' che e' un tutt'uno con la societa' civile''.

(Rre/Ct/Adnkronos)