RESISTENZA: CIVIDALE DEL FRIULI RICORDA LA STRAGE DI PORZUS DEL '45 (4)
RESISTENZA: CIVIDALE DEL FRIULI RICORDA LA STRAGE DI PORZUS DEL '45 (4)
CHIESTO AL GOVERNO DI RICONOSCERE IL LUOGO DELL'ECCIDIO QUALE MONUMENTO NAZIONALE

(Adnkronos) - In seguito alla sentenza di Lucca, i trentasei responsabili dell'eccidio, tra i quali il gappista Mario Toffanin, furono condannati a 777 anni complessivi di carcere. Toffanin, Aldo Plaino e Vittorio Iuri furono condannati all'ergastolo e Ostelio Modesti, il segretario del Pci di Udine, venne condannato a trent'anni di carcere (ne sconter poi nove). I condannati vennero poi liberati in seguito a varie amnistie, l'ultima delle quali avvenuta il 15 maggio 1973.

Toffanin, condannato in contumacia in quanto scappato nella allora Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia, dopo l'ultima amnistia del 1975 non torn in Italia, poich doveva scontare altre pene per diversi reati non legati alla lotta di liberazione, che non erano stati amnistiati. Non torn in Italia neppure nel luglio del 1978, quando fu graziato dall’allora presidente della repubblica Sandro Pertini. Giacca mor in Slovenia il 22 gennaio 1999. Toffanin si dichiar sempre certo del tradimento della Brigata Osoppo e ribad pi volte la correttezza delle sue azioni. Di fatto, a Francesco De Gregori fu riconosciuta la medaglia d'oro al valor militare alla memoria.

Di recente Valentina Aprea, presidente della Commissione Istruzione e cultura della Camera dei Deputati, assieme ai parlamentari del Friuli Venezia Giulia, si impegnata per l’approvazione della risoluzione con la quale viene chiesta al governo l’emanazione del decreto di riconoscimento delle Malghe di Porzus come monumento nazionale.

(Afv/Opr/Adnkronos)