ESTATE: CONTRO DECESSI IN MARE BAGNINI ANCHE SULLE SPIAGGE LIBERE
ESTATE: CONTRO DECESSI IN MARE BAGNINI ANCHE SULLE SPIAGGE LIBERE
APPELLO DEL PRESIDENTE SOCIETA' NAZIONALE DI SALVAMENTO

Roma, 2 ago. - (Adnkronos/Labitalia) - ''La maggior parte dei decessi in mare potrebbe essere evitata se la figura del bagnino fosse essere resa obbligatoria anche nelle spiagge libere''. E' l'appello lanciato al governo da Giuseppe Marino, presidente della Societa' nazionale di salvamento, onlus che da 130 anni organizza corsi di formazione per 'bagnini di salvataggio', oltre a manifestazioni e iniziative dedicate alla sicurezza balneare e alla prevenzione degli incidenti in mare.

''La nostra -precisa- e' una battaglia che l'associazione, una delle piu' antiche del mondo e la prima ad aver qualificato professionalmente i bagnini, conduce dispiegando un esercito di volontari, intervenuti anche per grandi emergenze nazionali e internazionali. Il 68% delle coste italiane e' senza sorveglianza e, se si pensa che e' frequentato dal 70% dei bagnanti, si capisce quanto sia pericolosa la situazione che si viene a creare nella stagione estiva''.

''Nelle spiagge libere -continua Marino- in caso di necessita' il soccorso arriva quando ormai e' troppo tardi. Per questo, e' fondamentale -ribadisce- che i sindaci provvedano all'assistenza balneare anche nelle spiagge libere. Cio' permetterebbe, tra l'altro, di offrire nuovi posti di lavoro. Non dimentichiamo che il settore conta circa 70mila addetti che potrebbero tranquillamente raddoppiare se operassero sulle spiagge libere''. (segue)

(Lab/Pn/Adnkronos)