GIUSTIZIA: CSM VA IN VACANZA TRA POLEMICHE E MINACCE DI DIMISSIONI (2)
GIUSTIZIA: CSM VA IN VACANZA TRA POLEMICHE E MINACCE DI DIMISSIONI (2)
Il togato Livio Pepino minaccia le dimissioni, espropriate competenze Csm

(Adnkronos) - Pepino, minacciando le dimissioni ha annunciato che, alla ripresa dei lavori dopo la pausa estiva, non parteciper pi alle sedute fino a quando le pratiche non saranno poste all'ordine del giorno, denunciando “l'espropriazione delle competenze del Csm”.

Una forma di protesta condivisa da altri consiglieri. In una lettera infuocata inviata dal togato di Md al vice presidente Nicola Mancino, il consigliere ricorda di aver pi volte sollecitato anche in colloqui con Mancino stesso, ma inutilmente, la discussione in plenum di numerose pratiche a tutela, “che seppure licenziate dalla Prima Commissione da mesi” e in due casi da pi di un anno, “sono rimaste incomprensibilmente in sospeso in una sorta di ‘limbo’”.

Tutti casi che hanno fatto discutere, pratiche “tra le quali spiccano quella aperta a seguito delle esternazioni del presidente del Consiglio su un'asserita parzialit del collegio preposto al processo Mills e quella conseguente alle pesanti pressioni sulla Corte di Cassazione , chiamati a decidere in merito all'interruzione dell'alimentazione forzata di Eluana Englaro”. Si tratta, scrive Pepino nella missiva, di un “espropriazione di competenze che provoca in me non solo delusione e amarezza ma anche viva preoccupazione per il futuro del Consiglio, la cui rilevanza costituzionale non tollera forme di eterodirezione”. (segue)

(Mrg/Zn/Adnkronos)