INCENDI: MARCIANO, GLI 007 DEI FORESTALI SONO IN ALLERTA/ADNKRONOS
INCENDI: MARCIANO, GLI 007 DEI FORESTALI SONO IN ALLERTA/ADNKRONOS
ad agosto si teme aumento roghi, appello a cittadini a segnalare incendiari

Roma, 2 ago. - (Adnkronos) - Gli 007 del Corpo Forestale dello Stato non vanno in vacanza. Anzi, proprio ad agosto, l'attivit di intelligence del Nucleo Investigativo Antinicendio Boschivo (Niab), si fa sempre pi serrata per scoprire i cosiddetti 'incendiari', responsabili di tantissime devastazioni dei boschi italiani. A lanciare l'allarme Angelo Marciano, responsabile del Niab, una struttura investigativa del Corpo forestale, formata da 10 uomini che venne creata nel 2000 quando fu istituito il reato di incendio boschivo e vennero inasprite, di conseguenza, le pene. Il Nucleo, che ha competenza su tutto il territorio italiano, a esclusione per delle cinque regioni a statuto speciale, vanta un'intesa attivit con 3.600 denunce fino ad oggi e 123 arresti.

"La stagione degli incendi quest'anno si spostata in avanti -dichiara Marciano all'ADNKRONOS- e, nonostante le stime provvisorie rilevino un calo di circa il 30% sia del numero di incendi che delle superfici bruciate rispetto al 2008, non stiamo affatto tranquilli. Stiamo in stato di allerta perch si teme un incremento dei roghi nei prossimi giorni". Come mai? Il grande caldo ma soprattutto la futura essiccazione della vegetazione cresciuta nei mesi scorsi, per le piogge primaverili ed estive, fanno temere il peggio. Nonostante dall'inizio dell'anno siano stati appiccati "solo" 1.600 incendi per un totale di superficie bruciata di 15mila ettari, di cui la met boscata. Oltre alle devastazioni in Sardegna dei giorni scorsi, e ai roghi in Sicilia, in tutte le 32 province italiane a pi alta concentrazione di incendi si stanno verificando focolai, nelle regioni del Sud, in Toscana e Liguria.

Marciano, proprio in ragione della difficile 'mission', cui sono chiamati gli agenti del Niab, lancia un appello a tutti i cittadini "a segnalare, anche in via confidenziale, informazioni sugli 'incendiari', da non confondere con i piromani che sono soggetti malati. Non necessario sporgere una denuncia -si raccomanda il capo del Niab- l'importante che i cittadini collaborino con i forestali che operano sul territorio e segnalino anche eventuali roghi al 1515. Bisogna rompere il muro di omert che vige in certe zone rurali". (segue)

(Arm/Zn/Adnkronos)