ricerca: gelmini, niente tagli ma occorre razionalizzare
ricerca: gelmini, niente tagli ma occorre razionalizzare
priorita' a tecnologie verdi e studi spaziali

Roma, 2 ago. - (Adnkronos) - "Occorre fare sistema, solo cosi' lo sviluppo tecnologico diventera' innovazione produttiva. Bisogna ripristinare una sinergia adesso inesistente, soprattutto fra gli enti e i ministeri. oggi la collaborazione e' complicata il ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca ha perso la regia di un'organizzazione strategica che deve riprendere". Lo ha affermato Mariastella Gelmini, ministro per l'Istruazione, l'Universita' e la Ricerca in un'intervista al quotidiano 'Il Corriere della Sera'.

"Innazitutto procediamo ad una verifica degli enti per semplificare l'operato, razionalizzando dove serve e attuando una collaborazione con il ministero dello Sviluppo economico. Non tagliamo nulla. Si verificano - ha spiegato il ministro - i sistemi di incentivazione in modo che la ricerca diventi davvero produttiva e si riesca a materializzare il famoso trasferimento tecnologico. Bisogna pensare a nuovi strumenti di investimento che possono attirare capitali. Questi dovranno sostenere proprio il trasferimento tecnologico alle imprese".

"Tra le aree prioritarie scelte c'e' l'energia con le green technologies, i processi dell'invecchiamento, l'alimentazion e l'agricoltura e la ricerca spaziale ricca di tecnologie legate alla vita quotidiana". "A settembre organizzero' una conferenza nazionale per la ricerca - ha concluso la Gelmini - e daremo vita ad alcuni progetti per grandi infrastrutture scientifiche: da nuovi satelliti a progetti per l'aiuto ai Paesi in via di sviluppo"

(Rre/Zn/Adnkronos)