AGRICOLTURA: PRIMA RIUNIONE A BARI ASSESSORI REGIONI MERIDIONALI
AGRICOLTURA: PRIMA RIUNIONE A BARI ASSESSORI REGIONI MERIDIONALI

Bari, 3 ago. - (Adnkronos) - Domani mattina nella sede della Presidenza della giunta regionale della Puglia si riunira' per la prima volta il tavolo degli assessori alle Politiche agricole di tutte le regioni meridionali. Tre i fronti sui quali saranno impegnati: il primo riguarda la condivisione di misure idonee per fronteggiare la crisi del comparto agricolo per passare poi a delineare le attivita' di tipo strutturale e di programmazione a lungo termine, che possano consentire alle Regioni meridionali di tracciare un percorso comune di crescita e di sviluppo della filiera agricola. Il confronto, infine, si propone l’obiettivo di giungere a individuare azioni sinergiche tra le singole realta' e un progetto di crescita piu' vasto e di sistema che guardi all’area di libero scambio del Mediterraneo.

Il tavolo di confronto-programmatico e' stato promosso dall’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia Dario Stefano, convinto che ''la sinergia possa costituire un punto di forza delle politiche agricole meridionali. I risultati del confronto – aggiunge – saranno portati alla condivisione della Commissione nazionale Politiche agricole, che mi onoro di presiedere. La nostra iniziativa, infatti, non vuole costituire un elemento di divisione, poiche' immaginiamo che le problematiche agricole meridionali debbano essere agganciate ad un’azione di piu' ampio respiro che abbia come obiettivo finale il rilancio dell’agricoltura nazionale".

"Credo – conclude Stefano – che il lavoro che avvieremo domani ci possa consentire di portare all’interno della Commissione nazionale una idea di maggiore dettaglio ma allo stesso modo di insieme sull’agricoltura meridionale. Faremo un grande passo avanti, se all’interno della Commissione nazionale riuscissimo a mettere a confronto una visione di area del Mezzogiorno con quella delle altre aree del Paese, che per ragioni evidenti sono caratterizzate da peculiarita', sia critiche che di potenzialita', a volte anche molto differenti tra di loro. L’obiettivo finale, infatti, resta quello di giungere ad una strategia comune delle Regioni italiane che abbia come orizzonte una prospettiva di rilancio dell’agricoltura italiana, che rappresenta l’architrave del sistema economico del nostro Paese''.

(Pas/Pn/Adnkronos)