CRISI ECONOMICA: ECCO L'IDENTIKIT DELLE PMI CHE ACCEDERANNO A MORATORIA/SCHEDA (2)
CRISI ECONOMICA: ECCO L'IDENTIKIT DELLE PMI CHE ACCEDERANNO A MORATORIA/SCHEDA (2)
se in bonis silenzio-assenso dopo 30 giorni, altrimenti valutazione caso per caso

(Adnkronos) - Non solo. L'impresa potra' inoltrare la richiesta di moratoria se ha le rate "in scadenza o gi scadute (non pagate o pagate solo parzialmente) da non pi di 180 giorni alla data di presentazione della domanda". Solo a questo punto, "e se la banca aderisce all'avviso comune", si potra' presentare la domanda al proprio Istituto di credito che avviera' "l’iter di valutazione, ed tenuta a fornire una risposta di norma entro 30 giorni lavorativi dalla presentazione della domanda, completa delle informazioni eventualmente richieste.

Si aprono a questo punto diverse possibilit: se l’impresa alla data della presentazione della domanda ancora classificata “in bonis” e non ha ritardati pagamenti, la richiesta si intende ammessa dalla banca che ha aderito all’Avviso, salvo esplicito e motivato rifiuto; oppure, nel caso in cui alla data di presentazione della domanda l’impresa non ha posizioni classificate come “ristrutturate” o “in sofferenza” ma ha un ritardo di pagamento inferiore a 180 giorni, la domanda sar valutata attentamente dalla banca per capire se esistano le condizioni della continuit aziendale.

Ovviamente , spiega ancora la nota tecnica dell'Abi, "l’ammissione alla sospensione diviene particolarmente complessa nel caso in cui la posizione “in incaglio”, dato che questa condizione dell’affidamento non ricomprendibile tra le posizioni “in bonis”.

(Sec-Tes/Pn/Adnkronos)