INDUSTRIA: POTENZA, PER STANDARDTELA RIAPERTO TAVOLO CON ZUCCHI
INDUSTRIA: POTENZA, PER STANDARDTELA RIAPERTO TAVOLO CON ZUCCHI

Potenza, 3 ago. - (Adnkronos) - Riparte da zero l'iter per la reindustrializzazione della dismessa fabbrica Standartela di Sant'Angelo Le Fratte (Potenza), azienda del settore tessile. Non e' andato in porto il programma della ditta Draplane che prevedeva il recupero dello stabilimento di Isca Pantanelle e la ricollocazione dei 109 lavoratori espulsi, attualmente in mobilita'. Pertanto le segreterie nazionali e territoriali dei sindacati Filtea, Femca e Uilta, con una delegazione degli ex lavoratori della dismessa fabbrica, hanno incontrato a Milano i responsabili del gruppo Zucchi per una disamina della vertenza.

La delegazione sindacale ha fortemente sostenuto il rispetto degli accordi sottoscritti, accordi che prevedono la corresponsione di 15 mila euro a tutti i lavoratori a titolo di risarcimento in caso di fallimento del programma di riconversione industriale e la disponibilita' del sito come condizione per un nuovo bando di gara per la reindustrializzazione.

''La dirigenza della Zucchi - riferiscono i sindacati - ha manifestato qualche contrarieta' di natura interpretativa sui contenuti del suddetto accordo ma si e' detta disponibile a perseguire la strada della reindustrializzazione e quindi a favorire le procedure per l'indizione di un nuovo bando, condizione questa per il prolungamento degli ammortizzatori sociali per i 33 lavoratori con la mobilita' in scadenza a fine anno. Per quanto riguarda l'incentivo richiesto dai sindacati, la Zucchi si e' detta disponibile a riparlarne dopo la stipula con la Regione Basilicata di un nuovo accordo per la reindustrializzazione del sito''. Le parti hanno deciso di aggiornare il tavolo negoziale al prossimo 10 settembre a Roma.

(Nfr/Opr/Adnkronos)