crisi economica: confederazioni artigiani e commercianti, bene sospensione debiti
crisi economica: confederazioni artigiani e commercianti, bene sospensione debiti
ma passata sperimentazione servono altri strumenti

Roma, 3 ago. - (Adnkronos) - Artigiani e commercianti "soddisfatti" della firma dell'avviso comune tra banche e imprese per la sospensione dei pagamanti dei debiti delle pmi verso il sistema creditizio. Le cinque confederazioni dell'artigianato e del commercio, infatti, sottolineano, in una nota, come "la crisi stia provocando inevitabili tensioni nella gestione finanziaria delle imprese e in molti casi concrete difficolt a rispettare le scadenze di rimborso dei prestiti bancari precedentemente contratti in un contesto economico diverso".

"Dunque gli interventi posti in essere attraverso l'avviso comune appaiono quanto mai opportuni per favorire l'equilibrio finanziario indispensabile in numerose imprese dell'artigianato e del commercio a contenere gli effetti dell'attuale ciclo economico e preparare al meglio le opportunit della ripresa", dicono le Confederazioni che sottolineano lo sforzo collettivo effettuato da tutti i soggetti, Istituzioni, sistema bancario ed imprese che necessita ora "solo di una immediata traduzione in termini operativi attraverso la diffusione pi ampia possibile tra le banche ed una tempestiva fruibilit delle operazioni per le imprese".

Per le cinque Confederazioni infatti, l'avviso comune rappresenta "solo l'inizio di una fase che, passata la prima sperimentazione, metta in campo ulteriori strumenti come la ristrutturazione ed il consolidamento dei debiti a breve nell'attesa della ripresa economica.La semplicit, la concretezza e la tempestivit, principi che hanno ispirato l'avviso comune, rappresentano infatti i fattori dai quali dipender il successo dell'iniziativa e che dovranno caratterizzare anche le fasi di divulgazione ed applicazione rispetto le quali le stesse offrono fin da ora la massima collaborazione".

(Sec-Tes/Zn/Adnkronos)