ricerca: goletta verde, solidarieta' a 200 atipici ispra licenziati
ricerca: goletta verde, solidarieta' a 200 atipici ispra licenziati

Roma, 3 ago. - (Adnkronos) - Sono ben 200 i precari dell’Ispra licenziati il 1 luglio scorso, mentre altri 230 sono destinati al licenziamento entro l’anno. Si tratta di ricercatori, tecnici di ricerca, tecnologi e personale amministrativo che lavorano da anni per la ricerca e la protezione dell’ambiente. Sono questi i numeri dell’emergenza occupazionale che ha colpito l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, che rischia di compromettere seriamente le numerose attivit finalizzate alla tutela ambientale del nostro Paese.

A un mese dai licenziamenti, Goletta Verde esprime piena solidariet ai lavori atipici dell’Ispra e ribadisce, insieme a loro, che il Belpaese deve investire in ricerca, professionalit degli operatori specializzati e tutela dell’ambiente a tutto tondo. Depotenziare l’Ispra, infatti, non solo lede il diritto al lavoro e la professionalit di ricercatori specializzati, ma equivale a depotenziare anche le numerose attivit di studio e salvaguardia del territorio svolte dalle agenzie tecniche del ministero dell’Ambiente.

Istituito un anno fa con la legge 133/08, l’Ispra nato dalla soppressione di tre Enti: Apat (Agenzia per la Protezione dell’Ambiente e i servizi Tecnici), l’Icram (Istituto Centrale per la Ricerca scientifica e tecnologica Applicata al Mare) e l’Infs (Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica) ed vigilato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. (segue)

(Sec/Pn/Adnkronos)