CINEMA: MOORE, ACCORDO TRA COMPAGNIE PERCHE' SOLO 1% POPOLAZIONE SIA RICCO (2)
CINEMA: MOORE, ACCORDO TRA COMPAGNIE PERCHE' SOLO 1% POPOLAZIONE SIA RICCO (2)
IL REGISTA, ''SPERO LE MAJOR NON MI FINANZINO PIU', VORREBBE DIRE CHE SONO DAVVERO PERICOLOSO''

(Adnkronos) – Moore avrebbe potuto mostrare al pubblico dello State Theatre, durante il Mike’s Surprise, proprio Capitalism, che andr alla Mostra di Venezia e che ha terminato solo sabato: "Ma voglio evitare che prima dell’uscita sia visto da chi potrebbe organizzarsi per ostacolarlo, come gi successo per Sicko".

Passa invece il nuovo trailer in anteprima: Moore di fronte all’AIG di New York, inevitabili immagini di George W. Bush, e le tante vittime della crisi: "Ho deciso di lavorare al film a Traverse City (dove ora abita NdR), prima che il sitema crollasse. Ed stato molto importante trovarsi nel cuore della crisi in Michigan, per testarla giorno dopo giorno".

Annunciato il Comedy Festival che con l’attore Jeff Garlin organizzer a marzo sempre a Traverse City, Moore sta scrivendo uno spettacolo per Broadway, ma nel frattempo la sua attenzione tutta per Capitalism: "Nel film – dichiara al daily cinematografo.it - parlo di un documento segreto che le grandi compagnie hanno siglato per creare un sistema per cui solo l'1% della popolazione rimarr ricco. Voglio farlo sapere a tutti, perch un problema tremendo. E spero che major come la Paramount non mi finanzino pi dopo Capitalism: vorr dire che costituisco davvero una minaccia al loro potere".

(Spe/Zn/Adnkronos)