SPETTACOLO: AGIS LAZIO, AMMORTIZZATORI SOCIALI PER TUTELARE TEATRO, PROSA, MUSICA
SPETTACOLO: AGIS LAZIO, AMMORTIZZATORI SOCIALI PER TUTELARE TEATRO, PROSA, MUSICA
RISPOSTE POSITIVE DALLA REGIONE LAZIO

Roma, 3 ago. - (Adnkronos) - Determinare un sistema di ammortizzatori sociali a favore del comparto dello spettacolo dal vivo. Questa la proposta avanzata dall’Unione Regionale Agis del Lazio che - come si legge in un comunicato - "alla luce della grave crisi economica in cui versa attualmente il sistema teatrale, aggravata da sensibili tagli al Fus, in accordo con le OO.SS. dello Spettacolo, ed in collaborazione con l’Assessorato al Lavoro della Regione Lazio, sta intervenendo attivamente per individuare gli strumenti che possano garantire un sostegno alle imprese ed agli artisti e alle maestranze del settore".

L'Agis, pertanto, "affronta questo delicato momento, nella convinzione che sia fondamentale determinare un sistema di ammortizzatori sociali a favore del comparto dello spettacolo dal vivo. Comparto in cui, le imprese che vi operano - nonostante possano essere considerate a pieno titolo PMI - ancora non usufruiscono di quegli strumenti di sostegno gi applicate alle P.M.I. degli altri settori produttivi del nostro Paese".Considerato il ruolo dell’arte e della cultura all’interno del nostro sistema produttivo - prosegue il comunicato - "crediamo che sia giunto il momento di individuare opportuni e specifici ammortizzatori sociali per tutelare il comparto dello spettacolo dal vivo: teatro, prosa, musica e danza".

"In aggiunta alla proficua collaborazione con l’Assessorato al Lavoro della Regione Lazio, l’Agis Lazio ha riscontrato - si legge ancora nel comunicato - una concreta disponibilit alle proprie istanze anche da parte della Presidenza e dell’Assessorato alla Cultura. Ancora una volta, quindi, la Regione Lazio si dimostra attenta alle dinamiche di un settore produttivo, come quello dello spettacolo, che ha un suo ruolo specifico e fondamentale, sia nel sistema economico, che nel processo di crescita civile del nostro Paese”.

(Clt/Pn/Adnkronos)