PREMI: DIBATTITO SU 'LA RICOSTRUZIONE CULTURALE' APRE LO 'SCANNO TANTURRI'
PREMI: DIBATTITO SU 'LA RICOSTRUZIONE CULTURALE' APRE LO 'SCANNO TANTURRI'
LA XXXVII EDIZIONE DEL PREMIO SI TERRA' L'11 ED IL 12 SETTEMBRE

Scanno (Aq), 12 ago. (Adnkronos) - Si parler della necessit di una ricostruzione non solo materiale, ma anche 'culturale' della citt dell'Aquila, durante la XXXVII edizione del Premio Scanno – Riccardo Tanturri, che si terr l'11 e il 12 settembre nell'omonima cittadina aquilana, e vedr la presenza di personalit di spicco del mondo della letteratura, dell'economia, del diritto, della medicina, della musica e dell'ecologia.

Sabato 12 settembre alle 9.30, nell'ex Chiesa delle Anime Sante (via Abrami) a Scanno (AQ), si terr una tavola rotonda in collaborazione con l'Aisea, l'Associazione Italiana per le Scienze Etno-Antorpologiche dell'universit Sapienza di Roma, dal titolo “Terremoto, ricostruzione e beni demoetnoantropologici”, che affronter il problema del 'terremoto' anche culturale, oltre che geologico, subto dalle popolazione della citt colpita dal sisma.

“I monumenti e le case - spiega il professor Luigi Maria Lombardi Satriani, presidente Aisea e ordinario di Etnologia all’universit Sapienza - non costituiscono soltanto costruzioni, ma incorporano nel tempo sentimenti, emozioni, sogni, progetti, simboli di chi le abita o abituato a vederli come scenari di vita quotidiana. Ed di tutto questo che occorre tenere conto, nel restauro e nella costruzione, per evitare di infliggere alle popolazioni dell'Abruzzo oltre che il terremoto geologico un terremoto culturale”. Fra i relatori, oltre al professor Lombardi Satriani, la dott.ssa Emi De Simone del Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari di Roma, la dott.ssa Adriana Gandolfi, ricercatrice etnografica, la dott.ssa Alessandra Gasparroni e la dott.ssa Thea Rossi, antropologhe. (segue)

(Per/Ct/Adnkronos)