AFGHANISTAN: COSSIGA, ACCORDO IN PARLAMENTO PER CAMBIO REGOLE
AFGHANISTAN: COSSIGA, ACCORDO IN PARLAMENTO PER CAMBIO REGOLE
SUPERARE SITUAZINE AMBIGUA

Roma, 12 ago. - (Adnkronos) - "Il problema molto grave e complesso. Ho sempre votato contro la missione afghana per rispetto dei militari, spediti con compiti poco chiari e con l'ambiguit di fondo dell'azione di pace. L'attuale escalation non permette pi questa ambiguit, e dunque La Russa bene ha fatto a invocare un accordo in Parlamento per cambiare le regole". Lo afferma il presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga in un'intervista a 'Libero'.

"Ci vuole -spiega ancora l'ex capo dello Stato- un accordo in Parlamento con l'opposizione. Con tutto il rispetto, non basta la brava e apprezzata voce della Pinotti in nome e per conto di tutto il Pd. Serve un'intesa organica, in base alla quale si arrivi a un codice penale militare speciale, e insieme alla messa in fuznione di tribunali militari speciali che applichino queste norme sia ai militari sia ai civili, italiani e non, che si trovino nelle zone di impegno".

"Una volta che c' l'accordo politico non serve" cambiare la Costituzione, perch "un conto lo stato di guerra, un conto la dichiarazione di guerra che peraltro in questo caso molto complicata. Il guaio dell'Afghanistan proprio che si tratta di un conflitto asimmetrico, in cui c' uno Stato contro un'entit non meglio definita, in sostanza contro dei banditi talebani. Tanto che in molti casi il diritto attuale permette alle nostre Procure di eserictare la loro vocazione internazionale creando imbarazzo non da poco, col rischio che se uno dei nostri spara a un afghano lo incriminano a Roma". (segue)

(Red-Pol/Zn/Adnkronos)