GIUSTIZIA: BERNARDINI (RADICALI), SU RIFORMA ORGANICA QUADRO DESOLANTE
GIUSTIZIA: BERNARDINI (RADICALI), SU RIFORMA ORGANICA QUADRO DESOLANTE
'LE PAROLE DI ALFANO TIRINO FUORI IL TEMA DALL'OBLIO'

Roma, 12 ago. (Adnkronos) - "Spero che le parole odierne del Ministro Alfano riescano finalmente a tirare fuori dall’oblio il tema della riforma organica della giustizia, anche se da questo punto di vista il quadro rimane complessivamente desolante se vero, come vero, che in questo primo scorcio di legislatura il Governo ha deciso di occultare in modo propagandistico le questioni pi rilevanti in materia di riforma della giustizia all’interno dell’obiettivo 'sicurezza'". Lo afferma Rita Bernardini, radicale eletta nelle liste del Pd, componente la Commissione Giustizia della Camera.

Un 'occultamento', quello di cui Bernardini accusa il governo che quest'ultimo avrebbe compiuto, per l'esponente radicale, "reintroducendo meccanismi di custodia cautelare obbligatoria, riducendo le misure alternative al carcere, inasprendo le pene, creando nuove fattispecie di reato come l’immigrazione clandestina, preannunciando fantomatici piani di costruzioni di nuove carceri senza finanziamenti e senza che ci sia il personale per quelle gi esistenti e che scoppiano… e cos via, in un crescendo di promesse di punizione esemplare, quasi che tale misure potessero sanare la mancanza di un sistema giudiziario inefficiente e fuori legge". (segue)

(Sin/Ct/Adnkronos)