scuola: bertolini (pdl), sentenza tar profondamente ingiusta
scuola: bertolini (pdl), sentenza tar profondamente ingiusta
ghettizza chi frequenta l'ora di religione

Roma, 12 ago. (Adnkronos) - “Non riconoscere agli studenti che hanno partecipato all’ora di religione di essere giudicati dai propri professori profondamente ingiusto. Siamo di fronte ad un’inaccettabile discriminazione nei confronti sia dei docenti, che insegnano la religione cattolica, sia degli studenti che la frequentano". Lo sostiene la parlamentare del Pdl, Isabella Bertolini, nel commentare la sentenza del Tar del Lazio sull'insegnamento della religione.

"E’ giusto che l’ora di religione non sia obbligatoria. Come giusto che chi decide di non prendervi parte non debba subire alcuna discriminazione. Ma quello che appare incredibile che, alla luce della sentenza del Tar, gli unici ad essere veramente ghettizzati sono quelli che hanno liberamente deciso di partecipare all’insegnamento di religione. Non vorrei a che a monte di questa decisione del Tar ci fosse quel vento anti anticattolico -conclude Bertolini- che da troppo tempo spira nel nostro Paese. Sono certa che il ministro Gelmini sapr far rispettare il valore della laicit che in questo caso stato calpestato”.

(Pol/Col/Adnkronos)