CASERTA: A VILLA LITERNO DUE MAZZI DI FIORI PER RICORDARE JERRY MASSLO
CASERTA: A VILLA LITERNO DUE MAZZI DI FIORI PER RICORDARE JERRY MASSLO
A SETTEMBRE UN EVENTO PER DISCUTERE DI IMMIGRAZIONE IN CAMPANIA NEGLI ULTIMI 20 ANNI

Caserta, 25 ago. - (Adnkronos) - Con due mazzi di fiori e due preghiere, una in italiano l'altra in arabo, stata onorata nel cimitero di Villa Literno la memoria di Jerry Essan Masslo, immigrato sudafricano morto in queste terre venti anni fa, nel corso di una rapina, e diventato emblema dell'impegno antirazzista in Italia. Il Comune di Villa Literno ha accolto l'invito del forum regionale antirazzista a non far passare sotto silenzio questa data simbolica, e ha organizzato una cerimonia sobria, anche in vista dell'evento previsto per il 26 e 27 settembre, sempre a Villa Literno, per riflettere sul fenomeno dell'immigrazione in Campania negli ultimi 20 anni.

L'amministrazione comunale liternese, retta da una commissione straordinaria, stata rappresentata dai dirigenti Antonio De Santis e Antonio Zangrillo, mentre per il forum erano presenti Renato Natale, medico volontario presidente dell'associazione che porta il nome di Masslo; Francesco Dandolo della Comunit di Sant'Egidio; Valerio Taglione, referente di 'Libera' e coordinatore del 'Comitato don Peppe Diana'; e Quaddorah Jamal dell'ufficio immigrati Cgil Campania. Erano inoltre presenti, insieme a numerosi esponenti politici e della societ civile, decine di volontari, soprattutto scout, dei campi di lavoro delle 'Terre di don Peppe Diana', confiscate alla camorra.

Dopo che i fasci di fiori sono stati deposti accanto alla tomba di Masslo, i rappresentanti del forum hanno tolto delle rose per poggiarle sulle tombe, alcune senza nome, degli immigrati sepolti l accanto.

(Aca/Ct/Adnkronos)