CRIMINALITA': LATITANTE BARESE ARRESTATO IN GERMANIA, PROVENIVA DA BELGRADO (2)
CRIMINALITA': LATITANTE BARESE ARRESTATO IN GERMANIA, PROVENIVA DA BELGRADO (2)
SABATO ERA SFUGGITO A BLITZ IN ALBERGO CAPITALE SERBIA

(Adnkronos) - Le indagini condotte dal Nucleo Investigativo dei carabinieri di Bari con l’ausilio di moderne tecnologie, probabilmente intercettazioni, hanno consentito a distanza di poche ore dalla morte di Stramaglia, ucciso da un colpo di pistola all’addome, di attribuire il delitto a questioni legate alla gestione degli affari illeciti del gruppo criminale, di arrestare per favoreggiamento il 51enne pregiudicato Luigi Cannone, risultato in compagnia del suo boss al momento dell’imboscata e, successivamente, di individuare l’omicida in Pancotto, fuggito immediatamente all’estero.

Localizzato in Serbia dagli investigatori e nel frattempo divenuto destinatario di provvedimento transfrontaliero emesso su richiesto della Dda di Bari, l'uomo, la notte di sabato scorso e' riuscito ad allontanarsi dalla casa di Belgrado dove aveva trovato rifugio poco prima del blitz operato congiuntamente dalla polizia serba e dai militari dell’Arma. La fuga dalla Serbia alla guida di una potente Bmw, e' stata interrotta in Germania, sull’autostrada dalla polizia locale attivata tramite la Divisione Sirene (Supplementary Information Request National Entries). Pancotto era in possesso di 5000 euro e 94000 corone della Repubblica Ceca, somme di denaro sequestrate.

(Pas /Col/Adnkronos)