IMMIGRATI: COMUNE PRATO, CINESI FACCIANO ESAME GUIDA IN ITALIANO
IMMIGRATI: COMUNE PRATO, CINESI FACCIANO ESAME GUIDA IN ITALIANO
ASSESSORE SILLI, CHIEDEREMO A MINISTERO CAMBIO NORME

Prato, 25 ago. - (Adnkronos) - I cittadini cinesi sostengano la parte teorica dell'esame di guida in italiano, ''chiederemo al Ministero di cambiare la normativa perche' non favorisce l'integrazione linguistica''. Lo chiede l'assessore all'Integrazione del Comune di Prato, Giorgio Silli (Pdl). A seguito della circolare n 15175 del 6 luglio 2006, emessa dalla Divisione 6 della Direzione Generale della Motorizzazione, i cittadini extracomunitari, possono sostenere la parte teorica degli esami di guida nella loro lingua di origine, con test prodotti ad hoc in ben nove lingue, oggetto della normativa, tra cui e' presente quella cinese.

''Si tratta di norme sbagliate e discriminatorie al contrario nei confronti dei cittadini italiani, nate sotto l'egida dei governi di centrosinistra - afferma Silli -. Per questo l'Amministrazione Cenni, insieme all'onorevole Riccardo Mazzoni, deputato alla Camera e coordinatore Pdl nella provincia di Prato, chiedera' al Ministero di cambiare questa normativa per favorire una maggiore comprensione delle norme di guida, ma anche e soprattutto della lingua italiana, da parte dei cittadini extracomunitari. Questo perche' uno dei principali presupposti della politica di integrazione del sindaco Roberto Cenni e' proprio la conoscenza della lingua e della cultura italiana''.

(Fas/Ct/Adnkronos)