MILANO: DE CORATO, SCENDE NUMERO ROM IN CAMPI NON AUTORIZZATI
MILANO: DE CORATO, SCENDE NUMERO ROM IN CAMPI NON AUTORIZZATI
Presenze ridotte di trecento unita' in meno di cinque mesi

Milano, 25 ago. (Adnkronos) - A Milano il numero dei rom nelle aree occupate abusivamente calato a circa 1.400, contro le circa 1.700 presenze conteggiate a fine marzo. E' quanto risulta, informa il vicesindaco Riccardo De Corato, da un monitoraggio effettuato dalla Polizia Municipale. Per De Corato si tratta di "un effetto dei 135 sgomberi effettuati in due anni e mezzo, che premia l’azione di ‘moral suasion’ portata avanti del commissario straordinario, il prefetto Gian Valerio Lombardi, cui va il pieno ringraziamento per quanto sta facendo, e dal Comune”.

"Nel mese di agosto - continua De Corato - il piano sgomberi non andato in vacanza. Basti dire che stata liberata la Cascina di via Canelli, una struttura dismessa di propriet demaniale in zona Lambrate, che era stata occupata abusivamente da 8 rom romeni e l’ex scuola di via Zama, un edificio dismesso di propriet del Comune al cui interno si erano insediati abusivamente 6 rom romeni".

"Pertanto - prosegue De Corato - andremo avanti in questa direzione. Forti del fatto che oggi abbiamo per lo pi presenze ridotte, soprattutto in strutture private dove continueremo a chiedere la messa in sicurezza delle aree, finanche con la notifica di ordinanze contingibili e urgenti. Anche perch in una circolare del 16 novembre 2007 il prefetto Gian Valerio Lombardi sottolineava che i regolamenti edilizi contengono gi una serie di obblighi a carico dei proprietari che devono mantenere le costruzioni in condizioni di abitabilit, decoro, idoneit igienico-ambientale".

(Red-Tog/Col/Adnkronos)