MILANO: IN TRIBUNALE LA RICOSTRUZIONE DEI DISORDINI DI VIA CORELLI (2)
MILANO: IN TRIBUNALE LA RICOSTRUZIONE DEI DISORDINI DI VIA CORELLI (2)

(Adnkronos) - "Le fiamme raggiungono -sottolinea il poliziotto anche un metro e mezza di altezza, ma il fumo a dare maggiormente fastidio". Intanto, la "devastazione" prosegue: "hanno sradicato un termosifone in ghisa e lo hanno usato per rompere due panchine in cemento e i pezzi sono stati lanciati contro le finestre e contro di noi. Pietre del peso anche di un chilo".

E' una lunga lista di danni quella che elenca l'ispettore Addesso: "vetri rotti, annerimento dei muri per le fiamme, lavandini divelti, tavoli rotti, panchine demolite e materassi bruciati". Le parole del poliziotto sono, talvolta, accompagnate dai commenti dei detenuti, chiusi nelle gabbie dell'aula. All'esterno, l'udienza a porte chiuse, il pubblico rumoreggia. Alcune decine di persone attendono la pausa per urlare slogan contro le forze dell'ordine'. Il pm si riservato di produrre una relazione del responsabile della Croce Rossa sui danni prodotto nel Cie, mentre nel pomeriggio l'udienza proseguir con nuove testimonianze dell'accusa

(Afe/Ct/Adnkronos)