TARANTO: PERSEGUITA EX COMPAGNA, OBBLIGO DI DIVIETO DIMORA IN CITTA'
TARANTO: PERSEGUITA EX COMPAGNA, OBBLIGO DI DIVIETO DIMORA IN CITTA'

Taranto, 25 ago. (Adnkronos) - Reiterate minacce di morte e pesanti ingiurie accompagnate dalla pretesa di volere conoscere ogni spostamento della propria ex fidanzata ridotta a temere persino di poter liberamente camminare per strada. E' quanto hanno accertato gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Taranto a carico di un giovane di 22 anni, disoccupato, che non aveva digerito la decisione della propria compagna di 24 anni, di porre fine alla loro convivenza. Nonostante la condivisione di una figlia di appena un anno, ha minacciato e ingiurato continuamente la donna sia di persona che attraverso il telefono.

Alla giovane e' stata resa impossibile la sua vita a casa, per strada e sul posto di lavoro. Un ultimo grave episodio si e' verificato a luglio, quando il giovane ha fatto uso di droga mentre era in presenza della donna e della figlia, pretendendo di prendere in braccio la neonata. I comportamenti dell’indagato hanno spinto gli inquirenti a temere che potesse in qualche modo fare del male alla donna ed alla stessa bambina: in passato la compagna e' finita in ospedale picchiata dal giovane.

La Sezione Specializzata della Squadra Mobile, che si occupa dei reati ai danni delle fasce deboli, a maggio e luglio ha presentato delle informative sulla situazione, anche sulla base della denuncia della vittima. Cio' ha indotto il pubblico ministero Vincenzo Petrocelli a proporre al giudice per le indagini preliminari Giuseppe Disabato l’applicazione della misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Taranto, quello in cui risiede la vittima, provvedimento notificato ieri al presunto stalker mentre si trovava in un comune del Centro Italia.

(Pas/Ct/Adnkronos)