sanita': cimo a sacconi, che fine ha fatto contratto dirigenza?
sanita': cimo a sacconi, che fine ha fatto contratto dirigenza?

Roma, 25 ago. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Che ne del contratto della dirigenza sanitaria? A chiedere lumi al ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, Stefano Biasioli, presidente nazionale Cimo-Asmd. "Si riaperto un dibattito sul nuovo modello contrattuale, che prevede una detassazione dei contratti di produttivit, sulla base della legge 2 del 2009. Ci si dimenticati per di due piccoli particolari. Il primo - rileva Biasioli - che non stata neppure avviata la trattativa per la chiusura del biennio 2008-2009 del contratto della dirigenza sanitaria. Il secondo: la detassazione non pu essere applicata alla produttivit dei dipendenti della pubblica amministrazione".

Insomma, prima di pensare alle modalit e ai temi dei contratti 2010-2012, "occorrerebbe - evidenzia il presidente della Cimo - chiudere i contratti ancora in ballo: quelli della dirigenza sanitaria e di gran parte della dirigenza della pubblica amministrazione, che teoricamente scadono il 31 dicembre 2009". In teoria "le organizzazioni sindacali della pubblica amministrazione avrebbero gi dovuto presentare le piattaforme contrattuali per il rinnovo 2010-2012. Ovviamente - prosegue Biasioli - ci non stato fatto, perch non possibile discutere di un contratto lontano prima che sia chiuso il biennio 2008-2009".

Dunque la Cimo chiede a Sacconi e al ministro Renato Brunetta "di sollecitare l'Aran ad aprire e chiudere la trattativa contrattuale 2008-2009 per tutti i dirigenti pubblici, a partire da quelli sanitari. Dopo le ciacole estive - sottolinea il vertice del sindacato - ora di fatti concreti. Chiuso il 2008-2009, affronteremo il problema delle trattative 2010-2012 - conclude Biasioli - a partire dalla richiesta che la detassazione del salario accessorio riguardi anche tutti i comparti del pubblico impiego".

(Red-Mal/Col/Adnkronos)