sanita': formigoni, nuova macchina salvavita in tutta la lombardia
sanita': formigoni, nuova macchina salvavita in tutta la lombardia
dopo trapianto record a pavia sara' estesa a intera rete emergenza-urgenza

Milano, 25 ago. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Un nuovo dispositivo hi-tech 'veglier' sul cuore dei cittadini lombardi. Il macchinario salvavita protagonista del trapianto record di cuore e polmoni eseguito per la prima volta al mondo alla Fondazione Irccs Policlinico San Matteo di Pavia, "oggi in uso solo a Pavia e a Monza, sar esteso a tutti i principali centri della rete regionale di emergenza-urgenza". Parola del presidente lombardo, Roberto Formigoni, che ha partecipato in videocollegamento alla presentazione dell'intervento nella sede dell'assessorato regionale alla Sanit.

L'apparecchiatura ha permesso al paziente operato, un uomo di 49 anni, di sopravvivere fino al trapianto degli organi arrivati da Napoli. Per 14 giorni, all'ospedale San Gerardo di Monza, la macchina ha sostituito la funzione di cuore e polmoni danneggiati. E cos, lodando "la genialit con cui il personale degli ospedali di Pavia e Monza ha gestito la complessa situazione riuscendo a salvare una vita", Formigoni annuncia che "questa prima mondiale ci mette nelle condizioni di ampliare la sperimentazione della nuova Ecmo (Extra corporeal membrane oxygenation) portatile a tutta la regione. In ambiente ospedaliero, ma anche extra-ospedaliero, a vantaggio di tutti i pazienti che ne abbiano bisogno. Persone con scompenso cardiaco, per esempio, o in arresto cardiorespiratorio", ha detto.

"A settembre - ha confermato Carlo Lucchina, direttore generale della Sanit lombarda - perfezioneremo la sperimentazione sulla nuova apparecchiatura, che ha la forma di un mini-trolley da viaggio e costa meno di 100 mila euro. Quindi, tra l'inizio del 2010 e la prossima estate, in parallelo la metteremo a disposizione di tutti i pi importanti centri della rete regionale di emergenza-urgenza". Ospedali e non, eventualmente anche in grandi luoghi di aggregazione come gli stadi, "ma sempre all'interno della rete di emergenza-urgenza". Ci sar un dispositivo "almeno in una struttura per provincia", ha concluso Formigoni. "Questa apparecchiatura apre prospettive nuove, anche se le macchine non servono senza l'uomo", ha precisato.

(Opa/Col/Adnkronos)