scuola: codacons, vietare pubblicita' indirizzata a scolari (2)
scuola: codacons, vietare pubblicita' indirizzata a scolari (2)

(Adnkronos) - ''In primo luogo - sottolinea il Codacons - perch le circolari vanno fatte rispettare. Che pena prevista per gli insegnanti che cambieranno ugualmente i libri? Le scuole che anche quest’anno hanno sforato i tetti ministeriali saranno denunciate alla Procura? I Provveditori che hanno fatto finora per far rispettare i tetti esistenti?''. Il Codacons ricorda, ancora, ''che la circolare che impediva di cambiare i libri stata al momento bocciata dal Tar del Lazio. Inoltre il blocco dei libri non significa blocco dei prezzi''.

''La non modificabilit delle scelte dei libri - sottolinea l'associazione - potr avere degli effetti indiretti sui prezzi solo nella misura in cui sar incentivato il mercato dell’usato. Cosa realizzabile solo con un diverso coinvolgimento di scuole ed insegnati che devono organizzare mercatini dell’usato, installare bacheche, ritirare i libri agli studenti che lasciano la scuola, comperare libri da dare in prestito e da tenere per la lettura in sede''.

Per risparmiare sull’acquisto del corredo il Codacons consiglia, quindi, di non inseguire le mode. Non facendosi condizionare dal mercato pubblicitario, sottolinea l'Associazione, si puo' spendere fino al 40% in meno, acquistando prodotti di identica qualit. Basta non comprare gli articoli legati ai personaggi dei cartoni animati o bambole famose. (segue)

(Sin-Bis/Col/Adnkronos)