TV: ALLARME PALINSESTI, PER 7 ESPERTI SU 10 SEMPRE MENO SPAZIO A QUALITA'
TV: ALLARME PALINSESTI, PER 7 ESPERTI SU 10 SEMPRE MENO SPAZIO A QUALITA'
STUDIO 'COMUNICAZIONE PERBENE', VIA LIBERA A TRASH E VOLGARITA'

Roma, 26 ago. - (Adnkronos) - Talent show e reality, programmi sportivi e fiction ormai collaudate: nuova stagione tv e nessun cambiamento, se non in peggio, almeno secondo psicologi, sociologi ed esperti di media. Malgrado il calo di ascolti che affligge la tv generalista, che nelle ultime stagioni ha perso circa il 4%, a dominare anche nei nuovi palinsesti saranno "omologazione tra le reti" (41%) e soprattutto programmi dove le uniche parole d'ordine sembrano essere la rissa (come sottolinea il 58%), le parolacce (46%) e le volgarita' (39%).

Insomma una 'tv fotocopia' di quella tanto criticata della scorsa stagione, dove manca totalmente la qualita' (74%) e dove alcune fasce di pubblico sono trascurate o "obbligate" a vedere programmi non adatti, come puntualmente accade ai bambini (63%). La "cura"? Rivedere i palinsesti, inserendo programmi e personaggi in grado di fare buona tv (53%), investire nella sperimentazione (46%), avere il coraggio di non assoggettarsi alle "mode" che affliggono il piccolo schermo (38%) e di proporre un'offerta diversa dalle altre reti (32%).

E' quanto risulta da uno studio di "Comunicazione Perbene" (www.comunicazioneperbene.com) l'ente non profit che promuove "l'ecologia della comunicazione", condotto su 150 tra sociologi, psicologi, esperti di media, ma anche investitori pubblicitari, cui e' stato chiesto di analizzare i palinsesti e l'offerta della tv generalista e di individuarne pregi e difetti. (segue)

(Toa/Gs/Adnkronos)