Bari: picchia moglie dopo istanza separazione, arrestato
Bari: picchia moglie dopo istanza separazione, arrestato

Bari, 13 gen. - (Adnkronos) - Picchia la moglie colpendola al volto con un pugno e spaccandole un labbro e, allo scopo d’interrompere la procedura di separazione, minaccia di morte il loro figlio minore. E' accaduto a Mola di Bari, dove i carabinieri ieri pomeriggio hanno arrestato un uomo di 47 anni l’accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e minacce gravi. Vittima dei maltrattamenti e' una donna, sposata da circa 13 anni. Durante il periodo della convivenza coniugale, spesso l’uomo si e' reso responsabile di episodi violenti nei suoi confronti.

La donna, per amore della famiglia e, in particolare, del loro unico figlio, ha evitato di sporgere denuncia. Gli episodi violenti verificatisi recentemente, pero', l'hanno convinta ad avviare la procedura di separazione. Proprio quest’ultima situazione ha inasprito maggiormente l’uomo, che, oltre a manifestare il suo disappunto con ulteriori episodi di violenza, ha minacciato la moglie che qualora la pratica avesse continuato il suo iter, la prima persona a pagarne gravi conseguenze sarebbe stato il loro figlio. Per difendere il bambino, la donna ha cercato di ricondurre l’uomo alla ragione, tentando di dissuaderlo.

Ieri mattina, infine, l’episodio che l’ha indotta a chiedere aiuto ai carabinieri. Durante l’ennesima aggressione, ha sferrato un pugno al volto della malcapitata, provocandole una profonda ferita al labbro. Dopo essersi rifugiata da alcuni vicini e poi in ospedale per farsi suturare la ferita (10 giorni la prognosi) la donna si e' presentata in caserma e, in preda ad una crisi di pianto, ha raccontato tutto. Per garantire l’incolumita' di madre e figlio, i militari si sono messi alla ricerca dell'uomo rintracciato per strada. Infine lo hanno fermato.

(Pas/Pn/Adnkronos)