Emilia Romagna: Errani, futuro nelle mani dei giovani che vanno resi protagonisti (3)
Emilia Romagna: Errani, futuro nelle mani dei giovani che vanno resi protagonisti (3)
Debolezza grave a cominciare dalle agenzie educative

(Adnkronos) - "Il nostro futuro - sottolinea ancora il presidente - prima di tutto nelle mani delle nuove generazioni e da questo punto di vista la condizione complessiva di questo paese non ci pu non preoccupare, al di l di come politicamente e culturalmente la pensiamo. L'impianto della nostra societ gerontocratico: a 34 anni, sei una donna o un uomo maturo che deve essere portagonista della societ, non un giovane, non un post adolescente. E' un grande tema culturale". Errani affronta anche "i modi attraverso cui si forma il senso comune e attraverso i giovani si formano". "C' una debolezza grave a cominciare da tutte le agenzie educative, a cominciare dalle famiglie che sono deboli". Inoltre "occorre immettere nella cultura di una comunit, di un paese riferimenti che vanno oltre il rapporto mercato - consumo; devi essere qualcosa di pi. quando Sarkozy dice 'il dato del pil' un dato ignorante' io sono entusiasta. Noi qui lo diciamo da sempre".

Abbiamo dunque bisogno "di sperimentare, non dare una matrice, ma ricercare sostanza qualit valori e contenuti. Credo che questa sia una domanda diffusa e poco formalizzata, prima di tutto nelle nuove generazioni. E allora su questo va fatto grande salto qualit: investire di pi su servizi, senza standarizzare bisogno". (segue)

(Mem/Pn/Adnkronos)