Made in italy: Fipe, da 'New york times' riconoscimento a cucina tipica romana
Made in italy: Fipe, da 'New york times' riconoscimento a cucina tipica romana

Roma, 13 gen. - (Adnkronos) - “Ci fa molto piacere che gli organi di stampa internazionali come il New York Times riconoscano alla nostra cucina caratteristiche e valori da sempre amati in tutto il mondo”. Lo afferma Nazzareno Sacchi, presidente di Fipe – Confcommercio Roma.

“La fama – osserva Sacchi - e l’ottima opinione di cui gode la nostra cultura culinaria all’estero ed in particolare in una citt cosmopolita come New York sono un chiaro segnale che il rispetto e il mantenimento della tradizione, su cui si basa essenzialmente la nostra tavola, sono la ricetta vincente della cucina italiana e in modo particolare di quella romana. I prodotti tipici del nostro territorio – continua il presidente della Fipe Roma - derivanti da produzioni d’eccellenza, fanno s che i men romani siano adottati in tutto il mondo non solo dalle osterie o trattorie pi semplici ma anche da ristoranti e locali di lusso, di alto livello e alla moda, anzi quest’ultimo si sta rivelando sempre pi un vero e proprio trend. Ed ancora pi notevole che questo accada in una citt come New York – aggiunge Sacchi - dove come nella maggior parte della grandi capitali metropolitane si rischiano pericolosi fenomeni di spersonalizzazione dei propri usi e costumi. Diversamente, la riscoperta del cibo tipico come quello romano basato su elementi semplici e genuini, senz’altro un modo per riaffermare la propria identit”.

“D’altronde – conclude Sacchi - alcuni nostri piatti tipici sono ormai diventati di uso comune anche in paesi culturalmente molto diversi dal nostro come in Oriente o nell’est Europeo: si pensi alla pasta elemento che sar al centro di un Salone, il primo nel suo genere, che si terr alla Fiera di Bologna in primavera e a cui abbiamo dato il nostro patrocinio”.

(Zla/Zn/Adnkronos)