Milano: Maullu, in piazzale Lodi un degrado imbarazzante
Milano: Maullu, in piazzale Lodi un degrado imbarazzante
all'ex scalo ferroviario di Porta Romana

Milano, 13 gen. (Adnkronos)- “Dietro al cancello spalancato su piazzale Lodi si cela un’area di degrado e desolazione. Tende e rifugi improvvisati, ex-uffici delle Ferrovie dello Stato trasformati in dormitori, immigrati irregolari e non, rifugiati politici, una bidonville oscurata alla vista dei cittadini ma potenzialmente pericolosa.” . Lo denuncia Stefano Maullu, assessore regionale della Lombardia, che questa mattina ha fatto un sopralluogo nell’ex scalo ferroviario di Porta Romana trasformato da un centinaio di disperati, per lo pi immigrati, in un accampamento.

Per Maullu “la situazione a dir poco imbarazzante per le condizioni igienico-sanitarie e di degrado in cui versano gli occupanti di quattro depositi ed ex uffici delle Ferrovie dello Stato. Un imbarazzo che cresce a dismisura se si pensa che per accedere al perimetro sufficiente varcare il cancello aperto su viale Isonzo a pochi passi dall’ingresso della fermata Lodi della linea metropolitana 3. Basterebbe un nonnulla per strattonare una donna e portarla dietro quei muri con le peggiori intenzioni. Una situazione foriera di illegalit e insicurezza.”

"L'ex scalo di Porta Romana, secondo qualcuno, stato scenario nel 2008 di una tra le pi importanti operazioni di accoglienza e legalit dell’Amministrazione comunale - ha proseguito Maullu – ma ad oggi il panorama che si presenta ancora grave e rasenta il paradosso. Nell’estate del 2008 era stata annunciata la messa in sicurezza di tutta l’area, per evitare che si creassero nuovi insediamenti. Evidentemente non stato cos.” (segue)

(Red-Dra/Ct/Adnkronos)