'Ndrangheta: Operazione ''Nuovo potere'', traffico d'armi con la Svizzera
'Ndrangheta: Operazione ''Nuovo potere'', traffico d'armi con la Svizzera

Reggio Calabria, 13 gen. - (Adnkronos) - Sono emersi anche collegamenti con la Svizzera nell’operazione “Nuovo potere” condotta dai carabinieri a Roccaforte del Greco, nel reggino. Tra i personaggi mantenuti in costante osservazione nell’ambito dell’indagine figura infatti anche un soggetto residente nella localit svizzera di Briga, in cui, il 26 ottobre 2006, stato arrestato il capo mafia Fortunato Maesano, gi noto alla Giustizia italiana, originario di Roghudi (RC) e reggente per molti anni della cosca Pangallo – Maesano.

L’analisi incrociata delle conversazioni tra questo soggetto e altri affiliati residenti in Italia hanno consentito di ricostruire una serie di contatti in cui venivano utilizzati termini in codice. Secondo gli inquirenti si parlava di “cioccolate” per intendere le armi, e di “cioccolate con nocciole” quando ci si riferiva anche al munizionamento.

(Ink/Ct/Adnkronos)